Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Gruppo Web
Sei in:
Interviste

Intervista a Sonia Brescianini del Registro Nazionale Gemelli

L'ufficio stampa dell'ISS l'ha intervistata per parlare del nuovo "Studio longitudinale di una coorte di nati da Gravidanze Gemellari"

Con: Sonia Brescianini
Registro Nazionale Gemelli (RNG) - Reparto di Epidemiologia Genetica, Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute

Intervista:
Daniela DE VECCHIS - Ufficio Stampa

Trascritto dell'intervista:

Domanda 1: Cos’è il Registro Nazionale Gemelli?
Il Registro Nazionale Gemelli è uno strumento per la ricerca biomedica costituito da coppie di gemelli residenti in Italia che vogliono partecipare a ricerche di carattere medico e scientifico per il miglioramento della salute di tutta la popolazione.

Domanda 2: Perché è importante avere un Registro Nazionale Gemelli?
I gemelli sono molto importanti per la ricerca: il confronto tra coppie di gemelli identici (monozigoti) e fraterni (dizigoti) permette di stimare il contributo del patrimonio genetico e dei fattori ambientali nella determinazione delle caratteristiche individuali biologiche e psicologiche, sia esse normali o patologiche.

Domanda 3: Da chi è curato il Registro Nazionale Gemelli?
Il Registro Nazionale Gemelli è curato dal reparto di Epidemiologia Genetica del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS) dell'Istituto Superiore di Sanità. Il gruppo di ricerca ha competenze in epidemiologia, statistica, genetica, informatica, biologia, bioetica e sociologia.

Domanda 4: Quanti gemelli sono attualmente iscritti al Registro Nazionale Gemelli?
I gemelli iscritti al Registro Nazionale Gemelli attualmente sono 22mila, circa 2mila sono i bambini al di sotto dei 12 anni. Si eredita l’essere gemelli? Il RNG sta conducendo 2 studi volti a rispondere a questo quesito. Il primo indaga la ricorrenza di parti gemellari nelle famiglie dei gemelli e nelle famiglie di non gemelli. Confrontando le informazioni desunte dall’albero genealogico dei gemelli e quelle dei loro amici non gemelli cercheremo di capire come si trasmette l’essere gemelli. In particolare vorremmo capire se si eredità dalla linea materna o paterna e se ci sono differenze fra gemelli monozigoti e dizigoti. Il secondo studio riguarda l’acido folico, una vitamina del gruppo B che diminuisce il rischio di difetti del tubo neurale nel nascituro. In particolare si vuole capire se l’assunzione di acido folico prima del concepimento possa aumentare la probabilità di gravidanza gemellare tenendo conto anche dell’eventuale interazione con geni noti per la loro influenza sul metabolismo di questa vitamina.

Domanda 5: Quali studi sui gemelli in età pediatrica sta attualmente conducendo il Registro Nazionale Gemelli?
Lo studio più recente e a più ampio spettro sui neonati e bambini è l’arruolamento di una coorte di nuovi nati gemelli che saranno seguiti nel tempo. Lo studio si propone di analizzare il ruolo e le relazioni che esistono tra fattori genetici e fattori ambientali nella determinazione delle caratteristiche quali l’accrescimento, lo sviluppo psicomotorio e i disturbi del sonno. Vogliamo inoltre indagare eventuali fattori legati alla salute materna e paterna che possono aver esercitato una influenza sul feto e sullo sviluppo successivo del neonato. Questo studio è svolto in collaborazione con alcuni centri nascita italiani che collaborano con noi al disegno dello studio e all’arruolamento dei gemelli al momento della nascita.

Allegati

Pubblicato il 06-11-2009 in Interviste , aggiornato al 12-11-2009

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]