Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Pietro Bartolini
Sei in:
Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici
Vedi l'elenco dei contenuti

Acquisizione ed elaborazione di segnali di interesse cardiovascolare

Lo studio del comportamento dei sistemi biologici è possibile anche mediante opportune metodologie e tecniche di elaborazione dei segnali prelevabili. L’analisi dei segnali permette di ottenere informazioni più oggettive, quantitative e risultati ripetibili dalle osservazioni e misure effettuate in ambito medico-biologico. Lo scopo ultimo di queste metodologie è l’utilizzo dei risultati delle analisi per scopi clinici, sia in fisiologia che fisiopatologia, nell'ambito di procedure diagnostiche e terapeutiche.
L’acquisizione ed elaborazione di segnali cardiaci endocavitari multisito ha permesso di estrarre indici e mappe di organizzazione e di sincronismo dell’attività elettrica cardiaca durante fibrillazione atriale e dopo cardioversione interna.
Sono stati anche...

Pubblicato il 08-10-2006 in Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici , aggiornato al 13-05-2013 Leggi...

Condividi: 

Ingegneria dei tessuti per il sistema cardiovascolare

Lo sviluppo di biomateriali e protesi alternative a quelle comunemente impiegate rappresenta il tema centrale dell’ingegneria dei tessuti. In tale ambito, l’attività di ricerca in corso già da diversi anni, in collaborazione con la Cardiochirurgia di Treviso, il Dipartimento di farmacia dell’Università di Padova e la Facoltà di Ingegenria Medica dell’Università di Tor Vergata a Roma, propone la messa a punto di metodiche per lo studio della proliferazione cellulare e sensibilità agli sforzi nel fluido (shear stress), nonchè la produzione di bioreattori e di matrici polimeriche bioriassorbibili mediante elettrospinning, da impiegare come substrati per colture cellulari.
Sono stati usati come substrati parti della radice aortica o parete arteriosa porcina e matrici...

Pubblicato il 08-10-2006 in Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici , aggiornato al 13-05-2013 Leggi...

Condividi: 

Interferenze Elettromagnetiche su Dispositivi Medici

La possibilità che campi elettromagnetici di origine artificiale (sistemi di comunicazione, impianti elettrici, motori industriali) o di origine naturale (attività elettrica atmosferica) inducano guasti o malfunzionamenti a strumentazione medica è da molti decenni oggetto di studio e di attività normativa.
Tale problematica ha visto per lungo tempo come tematica principale quella legata ai campi elettrici e magnetici a bassissima frequenza (50 Hz) derivanti dalle le linee di distribuzione della energia elettrica per uso civile ed industriale oppure generati da motori elettrici di considerevole potenza. L’introduzione dei sistemi di telefonia digitale e, più recentemente, la rapida diffusione dei sistemi di trasmissione wireless (WiFi e Bluetooth), anche in ambiente ospedaliero,...

Pubblicato il 08-10-2006 in Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici , aggiornato al 13-05-2013 Leggi...

Condividi: 

Metodologie di valutazione di dispositivi medici impiantabili

I dispositivi medici (DM) impiantabili rappresentano strumenti diagnostico-terapeutici essenziali nella moderna pratica clinica. Data la loro criticità d’uso, il problema di una corretta valutazione di tali dispositivi va affrontato tenendo conto delle esigenze di sicurezza ed efficacia (per le quali è richiesto il soddisfacimento dei requisiti essenziali, secondo le appropriate direttive EC).
Tali dispositivi sono in fase di rapida evoluzione (come dimostra ad es. il caso degli stent a rilascio di farmaco), e particolarmente numerosi oggigiorno, quindi esiste sempre più la necessità di mettere a punto metodologie di valutazione dei DM che permettano di identificare caratteristiche funzionali e di biocompatibilità, al fine di mitigare i rischi per il paziente e provarne...

Pubblicato il 08-10-2006 in Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici , aggiornato al 13-05-2013 Leggi...

Condividi: 

Sviluppo ed applicazione di tecnologie elettroniche per il sistema cardiovascolare

Le tecnologie biomediche sono strumenti per migliorare gli esiti sanitari a livello individuale o della popolazione. In particolare le tecnologie elettroniche impiegate in campo biomedico impiegano segnali di origine elettrica e bio-elettrica a fini diagnostici e terapeutici.
La nostra attività di ricerca si basa sull'impiego di tecniche ingegneristiche per lo studio di processi fisiopatologici e lo sviluppo di strategie terapeutiche innovative. A partire da avanzate competenze nel campo della bioingegneria, delle tecnologie biomediche, dell'informazione e della microelettronica, le nostre attività sperimentali riguardano lo studio, la progettazione e la validazione di tecnologie elettroniche per il sistema cardiovascolare.
L’attività svolta nell’ambito di questa...

Pubblicato il 08-10-2006 in Ingegneria Biomedica, Biomateriali e Dispositivi Medici , aggiornato al 13-05-2013 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]