Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Gaia Scavia
Sei in:
FAQ

I familiari di un bambino con SEU possono sviluppare la SEU?

Nel caso di SEU dovuta ad infezione da VTEC è molto importante che anche gli altri membri della famiglia che possono essere stati a stretto contatto con il bambino (inclusi parenti o amici), eseguano un esame delle feci per la ricerca dei VTEC, soprattutto se hanno sofferto di sintomi gastroenterici anche lievi (diarrea, dolore addominale, vomito). Non è escluso, infatti, che l’infezione possa essere stata contratta anche da altri familiari quando, per esempio, la fonte di infezione sia stata un alimento. Se in famiglia altri bambini manifestano diarrea contemporaneamente o nei giorni immediatamente successivi al manifestarsi della SEU, è bene contattare ed informarne il pediatra di famiglia e il centro di nefrologia presso il quale è in cura il bambino con SEU. Negli adulti, invece, le infezioni da VTEC decorrono in modo meno grave e la SEU è da considerarsi un evento assai raro. Se si sospetta che la SEU si sia manifestata per cause genetiche è opportuno contattare il centro di nefrologia presso il quale è in cura il paziente con SEU, per eseguire le opportune indagini.

Pubblicato il 17-02-2011 in FAQ , aggiornato al 12-05-2011

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]