Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Monica Boirivant
Sei in:
Malattie con Componenti Autoimmuni

Immunità e infezioni nell’ospite immunocompromesso per stile di vita

Responsabili: Dott.ssa Rachele Riganò e e Dott.ssa Paola Margotti

I soggetti immunocompromessi per stile di vita, quali tossicodipendenti e alcolisti, sono caratterizzati da una disregolazione del sistema immunitario e quindi da una maggiore suscettibilità all'insorgenza di malattie infettive, autoimmuni e cardiovascolari. Alcol e droghe interferiscono con le funzioni di cellule e molecole del sistema immunitario, compromettendo i meccanismi dell'immunità innata ed acquisita, umorale e cellulare, e determinando alterate risposte infiammatorie spesso associate a danni organo-specifici. Tuttavia i meccanismi che determinano tale disfunzione immunitaria non sono ancora del tutto chiari. Studi clinici e sperimentali hanno messo in evidenza che l'abuso cronico di alcol è associato ad una aumentata incidenza di infezioni polmonari da Streptococcus pneumoniae, Klebsiella pneumoniae, Pseudomonas aeruginosa e Mycobacterium tuberculosis. In uno studio recente abbiamo messo in evidenza che l'esposizione cronica e acuta all'alcol, anche a dosi moderate, influenza in vitro la maturazione fenotipica e funzionale delle cellule dendritiche (CD) in risposta ad uno stimolo maturativo microbico, quale il lipopolisaccaride, suggerendo una ridotta capacità degli alcolisti cronici a controllare le infezioni. Inoltre l'abuso cronico di alcol e droghe è associato ad infezioni paradontali da Porphyromonas gingivalis che possono essere correlate ad un elevato rischio di sviluppare patologie cardiovascolari. Attraverso quali meccanismi l'infezione da P. gingivalis possa portare a un rischio più elevato di sviluppare una patologia cardiovascolare non è stato a tutt'oggi definito. Mediante un'analisi in banche dati delle sequenze aminoacidiche delle proteine di tale batterio abbiamo recentemente identificato significative omologie di sequenza tra peptidi di P. gingivalis e peptidi della regione extracellulare del toll like receptor 4 (TLR4). Pertanto possiamo ipotizzare un meccanismo di mimetismo molecolare mediante il quale anticorpi specifici per P. gingivalis possono cross-reagire con componenti self e portare all'infiammazione e ispessimento dell'arteria.

Allegati

Pubblicato il 15-10-2006 in Malattie con Componenti Autoimmuni , aggiornato al 07-09-2001

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]