Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
  Responsabile: Settore Attività Editoriali
Sei in:
Rapporti ISTISAN

11/12 - Percorso nascita e immigrazione in Italia: le indagini del 2009. A cura di Laura Lauria e Silvia Andreozzi 2011, iii, 157 p.

Percorso nascita e immigrazione in Italia: le indagini del 2009.
A cura di Laura Lauria e Silvia Andreozzi
2011, iii, 157 p.

Il Ministero della Sanità, nel piano sanitario nazionale del 1998-2000, ha introdotto il Progetto Obiettivo Materno Infantile (POMI) come tematica di rilevanza strategica. L’Istituto Superiore di Sanità ha avuto il compito di aiutare le unità sanitarie locali ad implementare le raccomandazioni del POMI nel proprio territorio per quanto attiene il percorso nascita e di valutare specificamente l’assistenza al percorso nascita delle donne straniere. Nell’ambito di questo progetto, nel 2009, sono state condotte, in collaborazione con 18 centri nascita, due indagini, una qualitativa l’altra quantitativa con l’obiettivo specifico di valutare l’assistenza pre e post natale delle donne straniere e il loro vissuto. Gli indicatori assistenziali ospedalieri risultano simili tra italiane e straniere mentre differenze emergono nell’assistenza pre- e post-partum. Si rileva per le donne immigrate una generale carenza di informazioni e una minore capacità di usufruire delle opportunità assistenziali. Il consultorio familiare si configura come un importante servizio di riferimento per le donne straniere. Emerge l’opportunità di una organizzazione operativa dei servizi assistenziali che, nell’ottica dell’“offerta attiva”, garantisca continuità assistenziale, presenza di mediatrici culturali, adeguata formazione del personale negli aspetti della comunicazione e dell’informazione.
Parole chiave: Percorso nascita; Immigrati; Consultori familiari



Pre- and post-natal assistance and immigration in Italy: the 2009 surveys.
Edited by Laura Lauria and Silvia Andreozzi
2011, iii, 157 p. (in Italian)

In the National Health Programme 1998-2000, the Italian Ministry of Health introduced a project to improve maternal and child health. The Istituto Superiore di Sanità (the National Institute of Health in Italy) had the task of helping the local health units to implement the project recommendations for pre- and post-natal assistance and of evaluating its impact among foreign women. Thus two surveys (qualitative and quantitative) were conducted in collaboration with 18 birth centres in 2009. The results show that indicators of assistance at delivery are similar for foreign and Italian women, but pre- and post-natal assistance indicators differ. Foreign women seem to lack necessary information and are less able to take advantage of assistance opportunities. Public family care services are more likely to provide assistance according to the project recommendations. These studies underline that assistance continuity, presence of cultural mediators, adequate personal training in communication and information skills are important and that all services are to be actively offered to be successful.
Key words: Pregnancy assistance; Immigrants; Family care services

Allegati

Pubblicato il 03-07-2011 in Rapporti ISTISAN , aggiornato al 12-07-2011

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]