Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
  Responsabile: Settore Attività Editoriali
Sei in:
Rapporti ISTISAN

16/9 - Studio epidemiologico dei siti contaminati della Calabria: obiettivi, metodologia, fattibilità. A cura di Pietro Comba e Massimiliano Pitimada 2016, ii, 135 p.

Studio epidemiologico dei siti contaminati della Calabria: obiettivi, metodologia, fattibilità.
A cura di Pietro Comba e Massimiliano Pitimada
2016, ii, 135 p.

I siti contaminati rappresentano un importante fattore di rischio per la salute umana. Su impulso del European Centre for Environment and Health di Bonn, parte dell’Ufficio Regionale Europeo dell’OMS (WHO European Regional Office), sono state sviluppate metodologie per valutare lo stato di salute delle popolazioni che risiedono nei siti contaminati. L’Italia ha contribuito a questo processo con il Progetto SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento) coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e sostenuto dal Ministero della Salute. I siti contaminati rappresentano un “effetto collaterale” dello sviluppo industriale e delle procedure adottate per lo smaltimento dei rifiuti industriali. La Regione Calabria ha effettuato una ricerca sistematica delle aree contaminate da bonificare ed ha costruito, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, la rete epidemiologica e di salute di popolazione a supporto della governance. Il presente rapporto illustra obiettivi e procedure di un piano permanente di sorveglianza epidemiologica della popolazione residente nei siti contaminati della Calabria, nonché di un percorso di comunicazione con le comunità coinvolte, gli amministratori e i media.
Parole chiave: Calabria; Siti contaminati; Impatto sanitario; Bonifiche; Comunicazione



Epidemiological study of Calabria Region contaminated sites: aims, methods and feasibility.
Edited by Pietro Comba and Massimiliano Pitimada
2016, ii, 135 p. (in Italian)

Contaminated sites represent a relevant risk factor for human health. Procedures aimed at assessing the health status of populations resident in contaminated sites have been developed in compliance with directions from the European Centre for Environment and Health in Bonn, part of WHO European Regional Office. Italy has contributed to this process with SENTIERI Project (epidemiological study of residents in national priority contaminated sites), coordinated by the Istituto Superiore di Sanità and supported by the Italian Ministry of Health. Contaminated sites represent a “side effect” of industrial development and of the procedures adopted for the management of industrial waste. Calabria Region has performed a systematic search of contaminated areas regarding environmental clean-up, and it has set up an epidemiologic and population health network in order to support governance. This report presents aims and procedures of a permanent epidemiological surveillance of the population resident in Calabria Region contaminated sites, together with a communication process aimed at effected communities, local administrations and the media.
Key words: Calabria; Contaminated sites; Health impact; Environmental clean-up; Communication

Allegati

Pubblicato il 14-05-2016 in Rapporti ISTISAN , aggiornato al 16-05-2016

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]