Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Elena De Felip
Sei in:

Missione

 Analisi del rischio (eco)tossicologico determinato per l’ambiente e per l’essere umano da contaminanti organici persistenti es: POPs (PCDD,PCDF, PCB, PBDE, PFC, IPA, etc.); residui di farmaci; loro metaboliti mediante dati di biomonitoraggio e di presenza dei composti predetti nei comparti ambientali abiotici, nel biota, e negli alimenti.

Pubblicato il 27-03-2013 in Missione , aggiornato al 29-04-2013 Leggi...

Condividi: 

L'attività di ricerca ed istituzionale del Reparto di Chimica tossicologica

CONTAMINANTI ORGANICI PERSISTENTI (POP)

La “Stockholm Convention on Persistent Organic Pollutants (POPs)” (Maggio 2001) costituisce un trattato a carattere mondiale per la protezione della salute umana e dell’ambiente dai composti in epigrafe. I POP - contaminanti chimici rilasciati nell’ambiente soprattutto in conseguenza di attività antropiche (es., produzione industriale, pratiche agro-zootecniche, produzione/smaltimento di rifiuti) - hanno marcata stabilità intrinseca,
tale che possono rimanere inalterati nell’ambiente a lungo, subire un’ampia diffusione geografica e tra comparti ambientali, e accumulare negli organismi viventi. Essi sono pericolosi per l’essere umano e la fauna selvatica a causa della loro tossicità.
Segue un profilo...

Pubblicato il 07-01-2007 in Missione , aggiornato al 25-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]