Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT) EN
   Responsabile: Filippo Belardelli
Sei in:
L'infrastruttura europea EATRIS

EATRIS

Nel 2006, l’ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructures) pubblicava la sua prima roadmap per la creazione delle infrastrutture di ricerca, nella quale veniva evidenziata la forte necessità di infrastrutture nel campo delle scienze biomediche. L’Unione Europea ha finanziato nell’ambito del VII PQ i progetti di fase preparatoria per la costituzione di un gruppo di infrastrutture a sostegno della medicina traslazionale, fra cui EATRIS (European Advanced Translational Research Infrastructure), ECRIN (European Clinical Research Infrastructures Network), e BBMRI (Biobanking and Biomolecular Resources Research Infrastructure).

L’infrastruttura EATRIS è concepita per colmare i divari e i deficit riscontrabili nel panorama della medicina traslazionale europea.
Gli obiettivi di EATRIS sono:
• favorire il processo di traduzione dei risultati della ricerca in strategie innovative volte alla prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle malattie di particolare rilevanza sia sanitaria che economica per gli stati membri europei;
• costruire uno spazio migliore in cui il flusso delle informazioni tra la ricerca di base e le osservazioni cliniche sia bidirezionale.

In particolare, lo scopo di EATRIS è di fornire accesso alle proprie strutture d’avanguardia ad utenti esterni appartenenti ad istituzioni accademiche o all’industria che abbiano conseguito risultati promettenti sotto il profilo della trasferibilità dei loro risultati alla clinica.
EATRIS è costituita da una rete europea di centri nazionali di eccellenza e ad alto impatto tecnologico in grado di fornire servizi per la produzione e valutazione pre-clinica e clinica di diverse tipologie di prodotti (prodotti medicinali per terapie avanzate, piccole molecole, vaccini, traccianti per imaging e biomarcatori).
A novembre 2013 EATRIS ha ottenuto il riconoscimento formale, da parte della Commissione Europea (CE), dello stato giuridico di ERIC (Consorzio Europeo per le Infrastrutture di Ricerca). EATRIS è la prima fra le infrastrutture europee dedicate alle scienze della vita ad ottenere lo status di ERIC da parte della CE.
Le aree di interesse scientifico su cui sono focalizzate le attività di EATRIS sono:

• Cancro
• Malattie del sistema cardiovascolare
• Patologie neurologiche
• Malattie metaboliche
• Malattie infettive
• Malattie rare

Ad oggi le infrastrutture europee dedicate alle scienze biomediche che hanno avviato la fase di costruzione sono le seguenti:

- European Advanced Translational Research Infrastructure in Medicine EATRIS;
- European Clinical Research Infrastructures Network ECRIN;
- Biobanking and Biomolecular Resources Research Infrastructure BBMRI;
- Networks for Large-Scale and Comprehensive Phenotyping and Archiving of Mouse Models INFRAFRONTIER;
- Integrated Structural Biology Infrastructure for Europe INSTRUCT;
- European Infrastructure of Open Screening Platforms for Chemical Biology EU-Openscreen;
- European Biological and Biomedical Imaging infrastructure EuroBioImaging.

Per approfondire consultare il documento allegato.

Allegati

Pubblicato il 15-09-2010 in L'infrastruttura europea EATRIS , aggiornato al 14-06-2016

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]