Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Giovanni Rezza
Sei in:

Epatiti virali

Le epatiti virali costituiscono un importante problema sanitario in tutto il mondo. Le conoscenze sull'incidenza e distribuzione geografica, fattori di rischio, meccanismi di trasmissione e patologie associate hanno avuto un considerevole incremento negli ultimi 10-15 anni conseguentemente alla caratterizzazione strutturale e biologica degli agenti eziologici virali. Lo sviluppo delle conoscenze a livello molecolare e sulla variabilità virale hanno dato un contributo cruciale. I virus dell'epatite appartengono a famiglie virali differenti, presentano diversi meccanismi di trasmissione, hanno in comune la caratteristica di spiccato epatotropismo, ma sono associati a diverse evoluzioni della malattia epatica acuta. Sulla base dei diversi meccanismi di trasmissione si distinguono due...

Pubblicato il 04-03-2013 in Epatiti virali , aggiornato al 04-03-2013 Leggi...

Condividi: 

Epatiti virali a trasmissione enterica

La diffusione globale delle infezioni da HAV ( epatite A)ed HEV ( epatite E) è strettamente condizionata dal grado di applicazione delle varie procedure di prevenzione primaria, ivi incluso il controllo delle acque. In generale il livello di diffusione è inversamente correlato al grado di sviluppo socio-economico dei vari Paesi. Le infezioni possono avere caratteristiche di endemicità o presentarsi sotto forma di vaste epidemie. Gli agenti eziologici virali sono classificati rispettivamente nella famiglia Picornavirus (HAV) e nella famiglia dei Calicivirus (HEV). Le relative infezioni acute non presentano fasi di progressione a malattia cronica. La gravità del quadro patologico associato all'infezione acuta può essere esacerbata dalla maggiore età del paziente o dalla presenza di...

Pubblicato il 21-04-2005 in Epatiti virali , aggiornato al 14-09-2006 Leggi...

Condividi: 

1allegato

Variabilità dei virus dell'epatite

Elevata conservazione del genoma è caratteristica del virus dell'epatite A. I ceppi circolanti sono estremamente simili, ma è tuttavia possibile utilizzare come marcatore la regione di giunzione VP1-2A per la differenziazione di diversi genotipi e diversi isolati . Il virus dell'epatite C è invece caratterizzato da un'elevata variabilità che permette la classificazione in sei genotipi e centinaia di sottotipi che risultano differentemente diffusi nelle varie aree geografiche .Nell'ambito del singolo individuo la variabilità si manifesta con la presenza di quasispecie. Il virus dell'epatite B dell'uomo e gli Epadnavirus animali hanno un genoma a DNA caratterizzato da una variabilità più bassa di quella riscontrata nei virus ad RNA. Sono tuttavia classificabili diversi genotipi e...

Pubblicato il 26-04-2005 in Epatiti virali , aggiornato al 07-08-2006 Leggi...

Condividi: 

1allegato

Rilevamento e caratterizzazione molecolare degli agenti eziologici delle epatiti virali

Negli ultimi 10-15 anni l'identificazione e la caratterizzazione di nuovi virus agenti eziologici di epatiti nell'uomo (HCV, HEV, HGV) e la caratterizzazione molecolare di virus già noti (HAV, HBV) sono stati cruciali per lo sviluppo e la validazione dei nuovi metodi per lo "screening" e la diagnosi. E' tuttora attiva la ricerca di nuovi agenti virali che possano essere responsabili di una quota delle epatiti acute e croniche, non legate a farmaci, eziologicamente non caratterizzate (10-30%). Il rilevamento di DNA ed RNA virale tramite metodi basati su reazioni polimerasiche a catena (PCR) ed il rilevamento di antigeni ed anticorpi con saggi immunoenzimatici sono i metodi di elezione per lo "screening" virale e per la definizione dei marcatori di infezione virali ed anticorpali con...

Pubblicato il 26-04-2005 in Epatiti virali , aggiornato al 07-08-2006 Leggi...

Condividi: 

Epatiti virali a trasmissione sessuale e per via ematica

<p>Gli agenti virali di questo gruppo di epatiti sono classificati nell'ambito delle famiglie degli Epadnavirus (HBV) ed Epacivirus (HCV, HGV). Il virus HDV viene classificato come unico rappresentate della famiglia dei Deltavirus. La trasmissione per via sessuale è prevalente nell'infezione da HBV, meno rilevante nell'infezione da HCV, in cui la trasmissione da sangue infetto ha rappresentato, in passato, la principale causa della diffusione, particolarmente nei paesi più sviluppati. Importanti fattori di rischio sono attualmente rappresentati dall'uso di droghe iniettive e dall'applicazione non corretta di procedure mediche e chirurgiche. La caratteristica più importante di questi virus è rappresentata dalla capacità di indurre infezione cronica e persistente nell'ospite. Tale...

Pubblicato il 21-04-2005 in Epatiti virali , aggiornato al 07-08-2006 Leggi...

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]