Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Pietro Panei
Sei in:
Documenti

Disturbo di deficit di attenzione ed iperattività

Premessa

In considerazione della sempre maggiore e segnalata presenza nelle scuole di alunni con diagnosi di “Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività (ADHD, acronimo per l’inglese Attention Deficit Hyperactivity Disorder) si propongono indicazioni e accorgimenti didattici volti ad agevolare il percorso scolastico di detti alunni alla luce del documento sottoscritto da Airipa( Associazione Italiana Ricerca ed Intervento nella psicopatologia dell’apprendimento), Sinpia ( Società Italiana di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza), Aidai ( Associazione Italiana per i disturbi di attenzione , iperattività e patologie correlate), Aifa ( Associazione Italiana Famiglie Adhd Onlus) e pubblicato sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità: http://www.iss.it/adhd/docu/cont.php?id=385&lang=1&tipo=3
Si premette che l’ADHD è presente in circa l'1% (fonte Istituto Superiore di Sanità) della popolazione infantile, ha una causa neurobiologica e si caratterizza per la presenza di sintomi di disattenzione, impulsività/iperattività, riconducibili a difficoltà nell'autocontrollo e nelle capacità di pianificazione e non attribuibili ad un deficit dell’intelligenza.

Allegati

Pubblicato il 19-06-2010 in Documenti , aggiornato al 02-01-2013

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]