Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Pietro Panei
Sei in:
Il Registro italiano dell'ADHD

Descrizione

L’autorizzazione all’immissione in commercio del metilfenidato in Italia, dispensabile dal SSN, rende necessario il monitoraggio dell’uso di questa sostanza nella popolazione pediatrica affetta dalla Sindrome da iperattività con deficit di attenzione (ADHD) trattata con il farmaco, da solo o in associazione con altri interventi terapeutici (farmacologici o non farmacologici), al fine di garantirne l’accuratezza della prescrizione, la sicurezza d’uso e verificare il beneficio della terapia e l’adesione alla stessa da parte dei pazienti (compliance) nel medio e lungo periodo.

In risposta a queste esigenze è stato istituito un apposito Registro Italiano del metilfenidato per i soggetti affetti da ADHD, coordinato dal Dipartimento del Farmaco dell’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’Agenzia Italiana del Farmaco, la Conferenza Permanente degli Assessori alla Sanità delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano e la Direzione Generale dei Medicinali e dei Dispositivi Medici del Ministero della Salute.
Il Registro vincola la prescrizione del metilfenidato alla predisposizione di un piano terapeutico semestrale da parte del Centro clinico accreditato (Centro di riferimento) per garantire l’accuratezza diagnostica e evitare l’uso improprio del medicinale.
Ha l’obiettivo di costituire una banca dati anonima, allocata presso l’Istituto Superiore della Sanità che ne è responsabile della gestione e protezione, la cui popolazione di riferimento è composta da pazienti fra i 6 e i 18 anni sottoposti a terapia farmacologia tramite metilfenidato, la cui prescrizione avviene esclusivamente nell’ambito del Registro stesso. Il trattamento dei dati personali è autorizzato con consenso informato da parte dei genitori e o dei tutori legali dei bambini e l’adesione è volontaria.
Il fine è inoltre l’armonizzazione della gestione globale dei pazienti affetti da ADHD, tramite la rete dei Neuro Psichiatri e dei centri di riferimento regionali coordinati dall’ISS. Non è escluso che l’operato della rete possa poi essere esteso anche ad altre patologie neuropsichiatriche per promuovere la salute mentale di bambini e adolescenti.

In allegato il flow chart esemplificativo

Allegati

Pubblicato il 20-08-2007 in Il Registro italiano dell'ADHD , aggiornato al 02-01-2013

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]