Seguendo questo link salti il contenuto della pagina e vai direttamente alla Mappa del sito a fondo pagina
(IT)
   Responsabile: Pietro Panei
Sei in:
FAQ

Cenni storici su ADHD: quando è stata riconosciuta/diagnosticata (10-11)?

Nel 1902 il Dott. George Still ha descritto per primo i sintomi dell’ADHD in una serie di articoli pubblicati su Lancet, ma studi e ricerche di approfondimento in materia sono iniziati a metà degli anni ’40. In questi anni infatti apparvero le prime pubblicazioni sul trattamento di bambini iperattivi che riportarono l’efficacia delle amfetamine nel ridurre tali sintomi. I comportamenti iperattivi in questione erano classificati a quel tempo come Minimal Brain Dysfunction (MBD) (il Metilfenidato infatti fu approvato dall’FDA come trattamento efficace del MBD). Tale denominazione durerà fino al 1980 quando il MDB verrà rinominato “ADD " Attention Deficit Disorder” e subito dopo ADHD nel DSM-III. Le continue modifiche nelle definizioni e nei rispettivi criteri diagnostici, hanno causato incertezze classificative con conseguenti differenze nazionali nell’epidemiologia del disturbo e nella definizione delle strategie terapeutiche. Sulla base delle evidenze scientifiche acquisite è oggi giustificata la definizione di disturbo neurobiologico della corteccia prefrontale e dei nuclei della base.

(10) Swanson J.M., Sergeant J.A., Attention- Deficit hyperactivity disorder and hyperkinetic disorder. Lancet 1998; 351, 429-33
(11) Swanson J.M., Castellanos FK Cognitive neuroscience of attention deficit hyperacivity disorder. Curr. Op. Neuobiology 1998; 8, 263-71

Pubblicato il 15-03-2007 in FAQ , aggiornato al 15-03-2007

Condividi: 

Note legali


© - Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena 299 - 00161 - Roma (I)
Partita I.V.A. 03657731000 - C.F. 80211730587 - Note legali

ISS Home

Informiamo i visitatori, in virtù della individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), che questo sito utilizza direttamente solo cookie tecnici.[Ho letto]